In Oltre 40 anni di lavoro, e una vita tra i "banchi" della profumeria, non mi era mai capitato di assistere ad un fenomeno neanche lontanamente similare a quello che è successo quest'anno con il profumo Megamare di Orto Parisi

Il numero di profumi venduti negli ultimi mesi di questa fragranza è a dir poco imbarazzante. Non è certamente da profumeria di nicchia, ma forse neanche da profumeria in generale. Parlando con altri colleghi concessionari del marchio, Orto Parisi, mi viene confermato il dato.

Cerchiamo insieme di capire le origini del fenomeno. Per far cio' consideriamo sia la struttura della fragranza che il momento storico in cui tutto cio' accade. Ora sebbene Alessandro Gualtieri non rilasci al solito la composizione dei suoi profumi, possiamo considerare Megamare un abbinamento di note iodate o marine, con una forte base di legni che danno alla stessa sentori "canforati". Nella sostanza il profumo rappresenta una contraddizioni in termini, un andare lontano, evadere dato dalle note acquatiche, ed uno stare , legato alla terra, alle radici dato dalle note legnoso. Una contraddizione esasperata dalla potenza della stessa fragranza.

Viviamo in periodi complicati, post-covid (si spera...) , dove i numerosi lockdown subiti hanno avuto effetti non proprio positivi sulla psiche delle persone, che si hanno voglia di andare, evadere, socializzare, ma si sono anche abituati a stare con se stessi con cio' che li circonda. Hanno imparate anche a difendersi meglio da quella che a volte puo' essere l'invadenza di tutto cio' che ci sta troppo accanto.

Ed ecco che come per magia c'è Megamare che riesce a rappresentare tutto cio' , riesce a riflettere le due anime che attraversano un numero sempre piu' alto di individui, e lo fa in maniera egregia , alla Gualtieri, con toni esasperati ma ben identificabili, ad un prezzo decisamente "abbordabile" considerato che molte volte la nicchia si muove su standard molto, forse troppo elevati in alcuni casi.

Ed ecco che capita che solo ieri , due clienti, due amici, mi dicano la stessa identica cosa : " sai non c'è giorno che qualcuno non mi fermi e mi faccia i complimenti per Megamare". E come tutte le congiunzioni astrali, Megamare diventa il fenomeno della profumeria di Nicchia, dell'anno, del secolo, di sempre della profumeria mondiale...

Diego V.