Il Profumo Protagonista della Recensione di oggi è Tyger-Tyger di Francesca Bianchi. Un piccolo excursus va sempre fatto  sul "Naso" della fragranza: Francesca Bianchi, una laureata in Storia dell’arte, ed una passione per il mondo dei profumi tanto da farla diventare una delle creatrici più interessanti del panorama attuale della profumeria di nicchia. Una Donna che ha dato Forma alle proprie passioni. Tyger-Tyger è un estratto , drammatico, ipnotico, ipnotizzante. è il mio preferito della linea, ha questa nota fiorita di assoluta di Tuberosa , che si riscalda poi sulla pelle con le note di Frutti e Legni. Il Profumo evoca un'emozione contrastante, dolce e a tratti amaro, versatile, di giorno lo si indossa con tutta la Libertà che ne evoca attraverso le note fruttate, di sera diventa più "serio" , più caldo e meno frizzante, ovviamente descrivo le Mie sensazioni e le Mie emozioni quando lo indosso,  per Altri potrebbe essere differente, è anche questa la "cosa" meravigliosa dei Profumi. Per quanto riguarda la sua persistenza, trattandosi di 30 ml di estratto di profumo ,  è un extrait de parfum, quindi usalo va usato con  parsimonia poiché la concentrazione è del 25%. ha una grande longevità, lo si sente tra i capelli, e sulla pelle tutto il giorno. Ce ne sono altri della Linea molto interessanti, da scoprire, ognuno con una diversa personalità , specchio anche , secondo me, della Spirito  poliedrico, del Naso Creatore. Un altro aspetto interessante , è la sua bottiglia , piccola che insieme alle altre diventa oggetto di collezione, la sua etichetta con i Nomi Sfiziosi, lo rendono anche un oggetto chic da portare con se. Mi piace Pensare che le Passioni, possano prendere forma e diventare il proprio Mondo. 
Francesca Bianchi Tyger Tyger La storia di una Tigre...

Anto